TG DSTRETTO

TG DSTRETTO 25/03/2021

Per i produttori di tecnologia ceramica rallenta la caduta nell’ultimo trimestre del 2020, è quanto emerge dai dati diffusi in queste ore da Acimac. Nell’ultimo trimestre 2020 i costruttori italiani segnano un -10,6% rispetto allo stesso trimestre del 2019. Le vendite all’estero segnano un -3,4% mentre quelle in Italia un -38,1%. A preoccupare sono gli aumenti dei prezzi delle materie prime, in particolare il cobalto, e della componentistica. Pesano i ritardi negli approvvigionamenti con rincari significativi anche per i noli marittimi per il trasporto containerizzato sulla rotta Asia-Europa, a causa della scarsa disponibilità di container e soprattutto dell’insufficiente capacità di stiva a disposizione delle compagnie di navigazione, che si sommano alle distorsioni causate dalla pandemia.

Il tribunale di Modena ha concesso il concordato in continuità a Target ceramics, la società di Fiorano con 100 addetti e un fatturato 2020 di 12 milioni di euro. L’omologa è avvenuta lo scorso 8 marzo scorso. L’azienda ha tre brand: Unica, 14oraitaliana e FuoriFormato. Il cammino di rientro dal debito fissato è di circa 4 anni, entro fine 2024, con una serie di step che riconoscerà la totalità di quanto dovuto ai creditori privilegiati duna cifra del 15% ai chirografari.

E’ attesa solo per il 2023 la ripresa del settore delle costruzioni in Europa. Secondo le ultime previsioni Euroconstruct, il volume delle costruzioni nell’area dovrebbe diminuire del 7,8% nel 2020. Per il 2021 l’outlook si aggira intorno a una crescita del 4,1%. Positive le previsioni per il 2022 (+ 3,4%) e 2023 (+ 2,4%). Con tutta probabilità entro il 2023 la produzione totale delle costruzioni nell’area Euroconstruct raggiungerà i 1.733 miliardi di euro (1,73 trilioni di euro) superando i livelli 2019 di ben 28 miliardi di euro (+1,7%).

  • DALLE AZIENDE: Cami. Stefano Minghelli.

Scopri le altre news

Carica altri articoli
2021-03-25T11:50:12+01:00
Torna in cima