NEWS

Laminam, l’Evoluzione è sostenibile: il gruppo raddoppia lo stabilimento di Borgotaro e guarda al futuro con fiducia.

View this email in your browser

Giovanni Savorani, Edoardo Lanzavecchia, Alberto Selmi e Stefano Bonaccini

A VENT’ANNI DALLA SUA FONDAZIONE, L’AZIENDA DI FIORANO MODENESE CONTINUA A CRESCERE.

LAMINAM, L’EVOLUZIONE È SOSTENIBILE: IL GRUPPO RADDOPPIA LO STABILIMENTO PRODUTTIVO DI BORGOTARO E GUARDA AL FUTURO CON FIDUCIA TRA INTERNAZIONALIZZAZIONE, TRASFORMAZIONE DIGITALE E INNOVAZIONE SOSTENIBILE.

L’azienda ha festeggiato il traguardo raggiunto con un evento a cui hanno preso parte 150 ospiti e che ha visto gli interventi di Alberto Selmi (Presidente e CEO Laminam), Giovanni Savorani (Presidente Confindustria Ceramica), Edoardo Lanzavecchia (Managing Partner di Alpha Group) e Stefano Bonaccini (Presidente della Regione Emilia Romagna). Le tecnologie di ultimissima generazione installate nel sito produttivo borgotarese permettono di migliorare sensibilmente la qualità dei prodotti e le performance sostenibili dell’azienda.

Borgo Val di Taro (PR), 5 novembre 2021 - L’atmosfera è quella euforica delle prime volte, la platea quella delle migliori occasioni: Laminam (l’azienda produttrice di grandi superfici ceramiche) celebra il raddoppio del suo impianto produttivo di Borgotaro e lo fa in grande. A vent’anni dalla sua fondazione la realtà emiliana ha riunito questa mattina nella provincia parmense istituzioni locali e regionali, personalità del distretto ceramico, esponenti del mondo economico-finanziario, fornitori e dipendenti per festeggiare il traguardo raggiunto e riflettere sulle sfide del futuro più prossimo. Laminam è infatti impegnata in un processo di crescita volto a un cambio di posizionamento del brand: da produttrice di lastre ad azienda leader del complesso mondo delle Superior Natural Surfaces per l’Architettura e il Design, sempre più vicina al mercato, ai clienti, alle persone, ispirando designer, architetti e chiunque desideri dare forma a luoghi dell’abitare e del lavorare.

 Uno sguardo ai numeri
Si è parlato quindi di presente e soprattutto di futuro, e lo si è fatto con una notevole positività, nata e confermata dai numeri presentati da Alberto Selmi, CEO Laminam. Nel quinquennio 2014-2019, il Gruppo italiano ha infatti registrato un tasso medio annuo di crescita del 27%, dimostrando il successo di un modello di business innovativo che differenzia Laminam dai suoi principali competitors. Nel 2020, l’anno della pandemia, del lockdown e dell’immobilità, il fatturato si è assestato ai livelli del 2019 per arrivare a registrare nei primi 9 mesi del 2021 una crescita del +43% rispetto ai primi nove mesi del 2019, confermando previsioni estremamente positive per la fine dell’anno.

Nella nostra evoluzione, ci ispiriamo a linee guida rivolte all'eccellenza che vedono nella trasformazione digitale, nell’internazionalizzazione e nell’innovazione sostenibile i vettori di questa nostra nuova era”. Sono state queste le parole con cui Alberto Selmi ha illustrato il processo di evoluzione. Se, da un lato, “trasformazione digitale” per Laminam ha a che fare con l’investimento in professionalità e tecnologie digitali per migliorare la Customer Experience, dall’altra il principio di ’”internazionalizzazione”, che ha mosso i primi passi con l’apertura di Laminam Russia, si concretizza in un’aumentata frequenza dei contatti con i clienti e in un avvicinamento del brand alle persone.

Vera e propria ambasciatrice del design italiano nel mondo, oggi Laminam conta uno stabilimento produttivo in Russia, 10 filiali commerciali e numerosi poli logistici e showroom in tutto il mondo. Le sue superfici sono distribuite in oltre 100 mercati e le vendite all’estero valgono il 79% del fatturato consolidato.  A questi due linee guida si aggiunge l’innovazione sostenibile, un caposaldo in cui il Gruppo crede fermamente, tanto da supportarlo con un piano di investimenti da oltre 50 milioni di euro dedicato all’ ampliamento e rinnovamento degli stabilimenti attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative sviluppate insieme ai principali fornitori e partner.

Dal prodotto alle persone, dai processi alla supply chain: tutto in Laminam è pensato e realizzato per misurare e contenere il proprio impatto, garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti, creare e innovare i prodotti in maniera eco-sostenibile. Nel 2021, Laminam ha adottato una politica integrata Qualità-Ambiente-Sicurezza, ottenuto la Certificazione Ambientale ISO 14001 per gli stabilimenti italiani ed esteso la Certificazione EPD a tutti i prodotti, finalizzato lo studio del Carbon Footprint Aziendale e pubblicato il secondo Bilancio di Sostenibilità. Nel solco di uno sviluppo che vede il Gruppo impegnato in un processo di crescita sostenibile si inserisce anche la massima attenzione ad agire nel rispetto del territorio. Per questo, l’installazione di impianti innovativi e unici nel settore che abbattono drasticamente le emissioni in aria (siano esse organiche o inorganiche) permette di ridurre l’impatto ambientale. È inoltre in fase di ricerca e sviluppo l’implementazione di questi stessi sistemi di abbattimento per la cattura di CO2.

All’uso estensivo del Fotovoltaico per l’autoproduzione di energia “green” si uniscono l’elettrificazione del processo produttivo e della logistica e la massimizzazione dell’efficienza energetica attraverso l’impiego dell’innovazione tecnologica.

In Laminam il successo fa rima con persone
Motore trainante dell'innovazione in azienda sono le persone. E oggi il calore, l’entusiasmo e la passione con cui ciascuno degli ospiti ha preso parte all’evento lo hanno testimoniato. E lo testimonia anche la crescita del personale che, negli ultimi 9 mesi, ha visto i dipendenti aumentare di 100 unità, per un totale di circa 700 persone, delle quali 500 in Italia. A queste vengono periodicamente offerti corsi di formazione, aggiornamento e sicurezza. Negli stabilimenti italiani il numero delle dipendenti donna rappresenta quasi il 40% del totale, una percentuale superiore alla media del settore ceramico, così come è alta la percentuale di giovani.
Un’innovazione sostenibile che si irradia oltre i confini strutturali dell’azienda e che si radica nel territorio, coinvolgendo le istituzioni e le comunità di cui fa parte e nelle quali opera. Stretta è inoltre la relazione con gli enti di formazione tecnica, con le università o con i master post-lauream: con loro Laminam sviluppa competenze, oltre che formare e assumere i giovani.

Dopo l’intervento dei relatori, gli ospiti (organizzati in gruppi) hanno potuto prendere parte a un tour guidato dell’impianto produttivo.

Scopri le altre news

Carica altri articoli
2021-11-08T09:34:15+01:00
Torna in cima