NEWS

Florim modifica lo Statuto e dichiara il proprio impegno verso un’economia a zero emissioni nette

C’è anche Florim tra le aziende Italiane che per prime hanno aderito a CO2alizione, dichiarando il proprio impegno verso la neutralità climatica.

 

CO2alizione è l’iniziativa di alcune aziende italiane per aumentare il livello di impegno verso la neutralità climatica attraverso l’adozione di una pratica di governance innovativa che vede lo statuto societario come strumento della formalizzazione dell’impegno.

Le aziende aderenti si impegnano a evolvere progressivamente il proprio modello di business e il modello operativo verso un’economia a zero emissioni di gas climalteranti, obiettivo che viene integrato all’interno dello statuto societario in modo che diventi una vera e propria finalità dell’impresa - oltre a quella di generare utili - protetta nel tempo - anche in caso di aumenti di capitale e cambi di management, di passaggi generazionali o di quotazione in borsa.

Per Florim - prima industria ceramica diventata Società Benefit e ad oggi l’unica certificata B Corp - il progetto per arrivare ad un equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di CO2 si intreccia con la strada delle energie rinnovabili e dell’efficienza. L’azienda, in condizioni ottimali, è già in grado di autoprodurre la totalità dell’energia elettrica necessaria al funzionamento dei siti produttivi delle sedi italiane e, in caso di necessità, acquista dalla rete solo energia prodotta da fonti rinnovabili con certificati di origine. Nell’headquarter di Fiorano sono stati installati 42.000 m2 di pannelli fotovoltaici con una potenza di picco pari a 7,7 MWp. A questi si aggiungerà a breve un nuovo impianto fotovoltaico nella sede di Mordano, con una potenza di circa 4,5 MWp attualmente in fase di installazione. Florim continua l’integrazione della propria flotta con nuove auto con motore ibrido plug-in e sta installando nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche. L’azienda sta inoltre introducendo un adeguamento degli impasti dei prodotti con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo di materie prime, acqua ed energia ed è in corso un’analisi di fonti alternative per i mezzi di trasporto per la movimentazione delle merci.

“Questa modifica dello statuto è un ulteriore tassello di una strategia basata su azioni concrete volte a ridurre gli effetti della produzione. La volontà è quella di raggiungere le zero emissioni nette nel minor tempo possibile e un team dedicato è già al lavoro su questo specifico obiettivo. Difficile dare un orizzonte temporale preciso perché è una sfida che necessita di un grande lavoro di squadra che supera i confini aziendali e include i diversi attori della catena di fornitura nonché la disponibilità di tecnologie innovative”, spiega Claudio Lucchese, Presidente Florim S.p.A SB.

Con la modifica statutaria che esplicita l’impegno verso la neutralità climatica l’azienda prosegue un cammino sfidante e virtuoso nella sostenibilità.

Hanno aderito a CO2alizione Italia: Aboca, Acetificio de Nigris, ADR Center, Antica Erboristeria, Arkage, Beste, CEF Publishing, Chiesi Group, Damiano, Danone Italia, Davines, E’Ambiente, E80, Emsibeth, Enetec, Engine, Erbolario, Erbolario Franchising, Eurotherm, Evogy, Fedabo, Feudi San Gregorio, Fileni, Florim, Garc Ambiente, Garc, Gelit, Grassi, Green Future Project, Gruppo Hera, Gustibus Alimentari, Herbatint, Intexo, Irritec, Jonix, Kerakoll, Lazzerini, Lenet Group, Lundbeck Italia, Mine Studio, Mutti, NATIVA, Nespresso Italiana, NWG Energia, NWG Italia, Onde Alte, Palm, Panino Giusto, Pattern, Perlage Winery, Fratelli Piacenza, POLIMI Graduate School of Management, Redo, Renovit, Reti, Sales, Save The Duck, Siav, Slowear, SNAM, The ID Factory, ViCook, Way2Global.

FLORIM SPA SB

Florim, con un’innata passione per la bellezza e il design, produce da oltre 60 anni superfici ceramiche per tutte le esigenze dell’edilizia, dell’architettura e dell’interior design. Guidata da Claudio Lucchese, figlio del fondatore Ing. Giovanni Lucchese, l’azienda ha un passato radicato nel distretto ceramico ed un presente da trend setter internazionale del settore. Sono circa 1.400 i dipendenti nel mondo e oltre 480 milioni di euro il fatturato realizzato con i marchi FLORIM, CEDIT, FLORIM stone. Con unità produttive all’avanguardia, società commerciali, partnership in Europa, America, Asia e Flagship Stores o spazi monomarca, Florim è presente nelle principali capitali mondiali dell’architettura e del design (Milano, New York, Mosca, Singapore, Francoforte, Londra, Abu Dhabi, Parigi, Roma). La strategia orientata alla qualità, all’innovazione e alla sostenibilità si unisce all’impulso creativo e all’impegno dei propri collaboratori per trasformare il valore noto come “Made in Italy” in MADE IN FLORIM. Inoltre, dopo aver cambiato il proprio statuto per diventare Società Benefit, ha ottenuto nel 2020 la certificazione B Corp e dal 2022 Florim è socia di Altagamma, la Fondazione che riunisce l’élite di aziende italiane ambasciatrici dello stile di vita italiano nel mondo. | www.florim.com

Scopri le altre news

Carica altri articoli
2022-06-29T10:49:38+02:00
Torna in cima