NEWS

DISTURBI DELLA CIRCOLAZIONE PERIFERICA: IL PARERE DEGLI ESPERTI. IN FLORIM GALLERY L’ULTIMO “INCONTRO DELLA SALUTE” DEL CALENDARIO 2021

Si è concluso giovedì 2 dicembre il calendario degli “Incontri della salute” 2021 promossi da Florim in collaborazione con Ospedale di Sassuolo per diffondere la cultura della prevenzione e promuovere i corretti stili di vita.

Florim Gallery ha ospitato l’ultimo incontro dell’anno sul tema “Disturbi della circolazione periferica: i sintomi da non ignorare e i rimedi più efficaci”. Ad intervenire è stato il dott. Carlo Pepe – Medico Responsabile U.O. di Angiologia e Chirurgia Flebologica Ospedale di Sassuolo – moderato dalla dott.ssa Marcella Camellini – Medico S.C. di Cardiologia Ospedale di Sassuolo, Coordinatore del training Site AHA e Responsabile Scientifico Progetto salute&formazione.

La ridotta circolazione del sangue nelle arterie è una patologia che non deve essere sottovalutata – ha spiegato la dott.ssa Camellini e l’intervento del dott. Pepe ha messo in luce proprio l’importanza di mantenere integro ed in salute il nostro sistema circolatorio, indispensabile per portare ossigeno e nutrimento a tutti i tessuti”.

L’incontro si è soffermato sulla sintomatologia dolorosa degli arti inferiori e superiori, una patologia vascolare frequente e al tempo stesso poco conosciuta. “Nelle prossime decadi si prevedono numeri patologici in rialzo – ha prospettato il dott. Pepecon un aumento di pazienti affetti da arteriosclerosi, ipertensione e diabete. Crampi ai polpacci, gambe appesantite, mani fredde, vene e capillari dilatati, pressione alta e colesterolo sono alcuni dei campanelli d’allarme della presenza di problemi circolatori e non vanno sottovalutati. Il 50% dei pazienti con arteriopatie soffre anche di cardiopatia ischemica”. “E il 20% dei pazienti con arteriopatia sintomatica presenta infarto del miocardio o ictus entro 5 anni”, ha aggiunto la dott.ssa Camellini.

Oltre alla terapia farmacologica la prevenzione è la raccomandazione principale per contrastare questa prospettiva clinica: “prestare attenzione alle nostre abitudini di vita facendo attività fisica è il primo vero trattamento terapeutico da adottare, non solo in età anziana ma anche in età giovanile”, ha concluso Pepe.

L’appuntamento si è svolto in presenza, nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti che hanno previsto posti limitati e controllo di Green Pass in ingresso. Una prassi “consolidata” a partire dallo scorso ottobre, quando gli “Incontri della salute” hanno ripreso la formula in presenza.

“Si è concluso un altro anno ricco di incontri sul benessere e la salute pensati con l’obiettivo di fare cultura e prevenzione. Ci auguriamo nel 2022 di poter proseguire il calendario in presenza all’interno degli spazi messi a disposizione da Florim a beneficio della comunità”, ha concluso la dott.ssa Camellini.

Gli “Incontri della salute” 2021 hanno affrontato argomenti quali “Bambini e adolescenti alla prova del Covid”, ”Inquinamento atmosferico e impatti sulla salute” e “Salute circolare”. Tematiche di attualità e interesse che si aggiungono agli altri 27 incontri svolti dall’inaugurazione del progetto “salute&formazione” (2014) con oltre 4.000 presenze. Dal 2020 gli incontri sono stati digitalizzati e tradotti in lingua inglese per raggiungere un maggior numero di persone e amplificare così la missione di diffondere la cultura della prevenzione e promuovere i sani stili di vita.

Sono disponibili sul canale Youtube di Florim, nella playlist “salute e formazione” (link), le pillole con gli highlight di tutti gli incontri dei mesi passati,  per dare la possibilità di approfondire il tema trattato a coloro che non hanno potuto partecipare. Nelle prossime settimane saranno pubblicate anche le pillole dell’incontro di giovedì 2 dicembre.

Scopri le altre news

2021-12-07T14:47:32+01:00
Torna in cima