Addio 2019, ‘Annus Horribilis’

Dalla recessione della Germania alla Brexit, fino alle piazze che bruciano, da Parigi a
Barcellona, da Santiago a Hong Kong, se ne va un anno non granchè…

Eccoci alle battute finali del 2019, che a
buon diritto meriterà il titolo di Annus Horribilis,
espressione coniata anni fa dalla Regina
Elisabetta II d’Inghilterra. 2019 Annus Horribilis,
quindi, perchè mai sono avvenuti tanti eventi
che hanno compromesso il regolare fluire
della vita del pianeta. E non parleremo degli
eventi naturali, terremoti, alluvioni e simili, ma
solo di quelli avvenuti per mano dell’uomo.
Prima di descriverli e di cercarne le cause,
possiamo già fare una anticipazione: la mattina
del primo gennaio 2020 la middle class, la
classe media mondiale, si sveglierà più povera
rispetto al corrispondente giorno dell’anno
precedente. Ma andiamo con ordine.

(continua a pag. 100)