Il Dstretto – Ultimo numero

Il Dstretto Anno 7 - n. 211

La fuga del “futuro”

caroli-nuova

  

Roberto è un autotrasportatore, non ce la fa più a chiudere il mese, il suo fatturato
non è sufficiente a pagare la rata del camion, il gasolio, l’assicurazione, l’autostrada e mantenere la famiglia;

se entro fine anno non troverà un lavoro fisso andrà a vivere in Canada, dove già risiedono
alcuni suoi parenti.

Valentina ha 29 anni, una laurea in fisica conseguita in Italia, la specialistica ad Eindhoven, in Olanda, location scelta perché la riforma Gelmini aveva cancellato il corso specifico dall’università italiana, a giorni prenderà il dottorato e ha già in tasca due anni di contratto all’università californiana di Stanford.

Due storie vere, reali, persone e non numeri. Si parla e si dibatte spesso di immigrazione, fenomeno
cardine del ventunesimo secolo, difficilissimo da risolvere, ma poco, troppo poco di emigrazione, degli italiani che fuggono dal nostro Paese.

Il dossier statistico immigrazione 2017 del centro Idos e Confronti ha quantificato come siano 102.000 gli italiani emigrati nel 2015, e 114.000 nel 2016.

(continua a pag. 5)

 

 

Bar delle Vergini

 

 

 

Cani e cagnacci…

Al bar delle vergini si parla di calcio.

Buona la prima per il nuovo tecnico del Sassuolo Beppe Iachini: vincitore in Coppa Italia
all’esordio sulla panchina neroverde.

Una vittoria maturata tra le mura amiche del Mapei Stadium, dove il Sassuolo in campionato non ha ancora vinto.

Non tutti lo sanno ma Beppe Iachini è soprannominato “il cagnaccio”…

Forse serviva una bestiaccia per raddrizzare una stagione da cani!