MAPEI PER IL RESTAURO DELL’ORATORIO DELLA MADONNA DI POMPEI

Tecnologie e sistemi Mapei per la conservazione del luogo di culto ravennate

Mapei, da sempre impegnata nella valorizzazione del patrimonio artistico esistente attraverso contributi e fornitura di materiali e Assistenza Tecnica, quest’anno partecipa al recupero del settecentesco Oratorio della Madonna di Pompei a Ravenna.

L’Oratorio, costruito nel 1766 e dedicato alla Madonna di Pompei, alla quale è dedicato un affresco all’interno della struttura, è stato un luogo di culto per molti fedeli. Dal 1994 l’Oratorio è chiuso e versa in uno stato di degrado e abbandono dovuto all’incuria e al tempo.

Il Comune e l’Arcidiocesi di Ravenna, hanno raccolto l’invito della cittadinanza a recuperare l’Oratorio, e si sono rivolte a Mapei per la fornitura di materiali e tecnologie per la conservazione di questo significativo luogo di culto.

Per il restauro dell’Oratorio Mapei fornirà malte e intonaci per il recupero delle murature, prodotti per il rinforzo, il ripristino e la rasatura del calcestruzzo, fissaggi chimici, materiali per l’isolamento termico, impermeabilizzanti per l’impermeabilizzazione dei sottofondi, malte per la realizzazione dei massetti, adesivi e fugature per la posa di pavimentazioni in pietra e infine finiture murali.

Per il suddetto intervento Mapei fornirà anche l’Assistenza Tecnica per la consulenza durante i lavori.

Il Comune e la Curia hanno presentato l’intervento di recupero dell’Oratorio alla stampa e alla cittadinanza mercoledì 13 febbraio 2019 a Ravenna.

Per il restauro della chiesetta ho pensato a una campagna di crowdfunding – ha affermato tra l’altro l’assessore allo Sviluppo economico Massimo Cameliani e devo dire che la risposta non si è fatta attendere. In particolare, voglio ringraziare il gruppo imprenditoriale Mapei S.p.A. per il sostegno al progetto di recupero dell’edificio religioso ravennate. Tale disponibilità dimostra come l’azienda sia vicina ai territori, alle istanze e agli interventi di recupero degli edifici di carattere storico e artistico”.

Mapei, che è sensibile ai temi e iniziative di sviluppo sostenibile dei territori, negli anni ha partecipato a diversi interventi di recupero di edifici di rilievo storico e artistico. Tra gli ultimi il Santuario della Madonna dell’Ambro per il quale sono stati forniti prodotti e sistemi per il rinforzo strutturale dell’edificio, danneggiato dagli eventi sismici dell’agosto 2016

Fondata nel 1937 a Milano, Mapei oggi conta 87 consociate, inclusa la capogruppo, e 81 stabilimenti produttivi in 35 paesi nei cinque continenti con un fatturato presunto 2018 di 2,5 Miliardi di € e oltre 10.000 dipendenti nel mondo.

Alla base del successo dell’Azienda: la specializzazione nel mondo dell’edilizia attraverso l’offerta di prodotti e sistemi certificati che soddisfino le richieste dei clienti e della domanda; l’internazionalizzazione, per una maggiore vicinanza alle esigenze locali e riduzione al minimo dei costi di trasporto; la Ricerca e Sviluppo, a cui vengono destinati gli sforzi più importanti dell’Azienda sia dal punto di vista degli investimenti sia delle risorse umane.

Febbraio 2019