L’ “onda perfetta”: così il distretto premia la nuova DHD Dimatix di Intesa

Dieci macchine vendute dall’inizio dell’anno nel distretto ceramico nazionale e una nuova tecnologia che conferma tutti i plus di qualità e affidabilità nell’ambito della decorazione digitale del prodotto ceramico

 

Sul mercato da gennaio 2016, la nuova decoratrice digitale a umido DHD 3.0 Dimatix, prodotta da Sacmi-Intesa, conquista la fiducia del distretto ceramico italiano. In pochi mesi sono una decina le macchine installate e vendute, tra nuovi acquisti e clienti che, dopo avere messo in produzione la prima macchina, ne hanno immediatamente ordinate altre, segno evidente della grande soddisfazione per le performance ottenute sotto il profilo della qualità di stampa e dell’efficienza produttiva.

GoldArt, Fondovalle, Gardenia Orchidea, Marazzi, ABK hanno riconosciuto ed apprezzato i plus della nuova stampante, che raccoglie il meglio dell’esperienza e del know how di Sacmi-Intesa nell’ambito della progettazione e produzione di macchine e impianti per la decorazione digitale del prodotto ceramico.

L’elevatissima qualità e risoluzione di stampa è garantita dal nuovo software di gestione messo a punto dagli ingegneri Sacmi-Intesa, che ottimizza la tecnologia Dimatix, e da un design meccanico semplice, pulito, efficiente di tutte le componenti della macchina, che consente alla DHD 3.0 di operare, sempre, in condizioni di perfetta pulizia.

Assenza di righe e gocce, tempi di pulizia che superano largamente lo standard di mercato, architettura software progettata specificatamente per la gestione di inchiostri e smalti di ultima generazione sono le caratteristiche del sistema Sacmi che, “aperto” per definizione, lascia al committente grande libertà di scelta sulla materia prima che alimenta la decoratrice.

La DHD 3.0 Dimatix si distingue, fra l’altro, per una innovativa concezione meccanica e per il software progettato ad hoc per garantire un perfetto pilotaggio della testina in funzione degli smalti e degli inchiostri proposti dal cliente.

Lo sviluppo di “forme d’onda” perfette, effettuato nei laboratori dell’azienda, consente alla testina un’applicazione controllata ed estremamente efficiente dei materiali, con soluzioni specificamente studiate per valorizzare le potenzialità estetiche del prodotto ceramico e le ultime tendenze del design.

A fare la differenza è poi – sotto il profilo dell’efficienza produttiva – un tempo di lavoro decisamente più lungo rispetto a soluzioni analoghe, con la macchina in grado di funzionare ben oltre le 4 ore prima di dover essere sottoposta alle operazioni di pulizia automatica della testina e degli ugelli.

Grazie alle attività del laboratorio Sacmi-Intesa, il cliente ha infine la garanzia totale sulla compatibilità tra inchiostri e componenti interni della macchina. Una soluzione, la DHD 3.0, che Sacmi-Intesa propone (in versione DHD 1806) anche integrata sulla nuova linea CONTINUA+ Sacmi per la produzione di grandi lastre ceramiche decorate, che i visitatori della fiera Tecnargilla di Rimini potranno osservare in funzione dal 26 al 30 settembre prossimi. È solo il primo traguardo, dunque, per una tecnologia sviluppata di recente che ha tutte le carte in regola per conquistare ulteriori spazi sia nell’ambito della ceramica italiana sia sui mercati internazionali.


The “perfect wave”: Intesa wins over ceramic industry with the new DHD Dimatix

Ten machines sold since the start of the year in the Italian ceramic district: new technology confirms all the quality and reliability-related plus-points in the ceramic product digital decoration field

 

On the market since January 2016, the new DHD 3.0 Dimatix wet digital decorator, produced by Sacmi-Intesa, has proved to be a hit with the Italian ceramic industry. In just a few months some ten machines have been sold and installed. Some of them were first-time orders while others were repeat purchases by customers who, after putting the first machine into production, immediately decided to order others – a clear sign of their immense satisfaction with the machines’ performance in terms of print quality and manufacturing efficiency.

GoldArt, Fondovalle, Gardenia Orchidea, Marazzi and ABK have all acknowledged and greatly appreciated the advantages of this new printer, which draws on Sacmi-Intesa’s unparalleled experience and know-how in designing and producing machines and plants for the digital decoration of ceramics.

Ultra-high print quality and resolution is ensured by the new control software developed by Sacmi-Intesa’s engineers. This optimises the Dimatix technology and results in the simple, clean, efficient mechanical design of all machine components, ensuring the DHD 3.0 operates under perfectly clean conditions at all times.

No lines or droplets, cleaning times broadly within the market standard plus a software architecture specifically designed to control latest-generation inks and glazes. These, then, are the defining traits of the Sacmi system: “open” by definition, it grants the customer huge freedom of choice with regard to the raw materials fed to the decorator.

Moreover, the DHD 3.0 Dimatix stands out on account of an innovative mechanical concept and specially designed software that ensures perfect piloting of the head as a function of customer-proposed inks and glazes.

Development work done in the company’s labs to create perfect “wave forms” lets the head perform controlled, extremely efficient material application, providing solutions specifically designed to make the most of ceramic product aesthetic potential and the latest design trends.

What makes the difference is – from a production efficiency standpoint – an autonomy that is decidedly better than anything attainable with analogous solutions, as the machine can operate well beyond 4 hours before any automatic head and nozzle cleaning tasks are required.

Thanks to work carried out by the Sacmi-Intesa lab, the customer can also enjoy a total guarantee on compatibility between inks and internal machine components. Sacmi-Intesa also proposes the DHD 3.0 solution (in the DHD 1806 version) integrated on the new Sacmi CONTINUA+ line for the production of large ceramic slabs. Visitors to the Tecnargilla fair in Rimini will have a great opportunity to see it in action from 26 to 30 September. Just the first step, then, for a recently developed technology that is set to win over more and more customers within both the Italian and international ceramic industry.