FLORIM: 300 MILIONI DI EURO INVESTITI NEGLI ULTIMI 6 ANNI

Il virtuoso percorso di investimenti innovativi da Industria 4.0, prosegue verso nuove sfide dopo i recenti traguardi.

È già in funzione la nuova fabbrica 4.0 realizzata a Mordano (Bologna). In soli 6 mesi è stato realizzato uno stabilimento di 56 mila mq che identifica un nuovo punto di riferimento, con logica 4.0, per l’industria mondiale della ceramica. Alta tecnologia e macchine integrate a computer trovano spazio in un ambiente pulito, moderno, bello da guardare e da vivere grazie anche ad una vetrata alta 5 metri e lunga 130 metri. Agli inizi di aprile erano in fase di installazione 800 pali funzionali all’antisismica e in ottobre le prime lastre erano già pronte per essere stoccate all’uscita del forno (170 metri).

Un investimento di 70 milioni di euro concluso in tempi record e destinato all’incremento della capacità produttiva delle grandi lastre ceramiche del gruppo (fino a 160x320cm in tre spessori – 6/12/20mm – per molteplici destinazioni d’uso).

Quello di Mordano è solo un tassello di un percorso che prosegue ad alto ritmo e programma per il 2018 altri investimenti per circa 70 mln di euro. Un grande cantiere è infatti già aperto nella sede principale Florim di Fiorano M.se (Modena) e porterà alla realizzazione di un altro esempio di industria 4.0. La futura costruzione di 48.000 mq, collegata all’impianto di Mordano è stata progettata per la lavorazione e la logistica dei grandi formati.

Per riassumere i propri impegni l’azienda redige da 9 edizioni il Bilancio di Sostenibilità (allegato) che quest’anno ha raggiunto l’ambito traguardo di finalista del premio nazionale BBS che ufficializzerà i vincitori il prossimo 27 novembre.

Rimani aggiornato su www.florim.com