FIANDRE ARCHITECTURAL SURFACES PARTNER DI FIAM ITALIA PER LA CELEBRAZIONE DEI 30 ANNI DI GHOST

Per il Salone del Mobile 2017 Fiandre Architectural Surfaces collabora con FIAM agli spazi espositivi del brand in fiera e a un progetto che celebra il trentesimo anniversario di Ghost, la poltrona disegnata nel 1987 dall’architetto Cini Boeri e dal suo collaboratore Tomu Katayanagi.

In occasione del Salone del Mobile, Fiandre Architectural Surfaces, azienda leader nella produzione di gres porcellanato di alta gamma, stringe una doppia collaborazione con FIAM Italia, brand internazionale nel settore del mobile di lusso specializzato nella creazione di arredi in vetro curvato, in una commistione fra architettura e design che esalta tutti gli aspetti del progetto, dal rivestimento all’arredo. La partnership fra le due aziende prende avvio dalla volontà di FIAM di rendere omaggio a Ghost, la poltrona FIAM disegnata nel 1987 dall’architetto Cini Boeri e dal suo collaboratore Tomu Katayanagi, quest’anno al suo trentesimo anniversario. Per festeggiare quella che è diventata un’icona del design italiano, FIAM ITALIA ha chiesto ai designer con cui collabora di personalizzare un modellino in formato 1:7 della Ghost, decorandolo con alcune vernici colorate scelte direttamente da Cini Boeri. Ciascun modellino è stato poi fotografato all’interno di un micro set, allestito da Fiandre Architectural Surfaces con lastre ASTER MAXIMUM MOON effetto cemento, lo sfondo perfetto per esaltare la naturale trasparenza delle mini Ghost.

Tutti gli scatti sono stati raccolti in un volume celebrativo curato da FIAM ITALIA che è omaggio e narrazione insieme e che verrà presentato durante l’evento di celebrazione organizzato da FIAM ITALIA in occasione del Salone del Mobile. I modellini verranno, invece, battuti a un’asta di beneficenza, il cui ricavato verrà devoluto ad una onlus che si occupa dei bambini delle famiglie terremotate del Centro Italia. La collaborazione fra i due brand continua al Salone del Mobile con oltre 200 mq di superfici in gres porcellanato Maximum che Fiandre Architectural Surfaces ha fornito per l’allestimento degli spazi espositivi FIAM e di Veblén – il marchio luxury dell’azienda – presso il Padiglione 5, Stand B11.

Gli oltre 200 mq di lastre MAXIMUM dello stand FIAM, disegnato dallo Studio Dordoni, e i 100 mq di NERO PORTORO 120X60 lucidato MARBLE LAB dello stand di Veblén, progettato dallo Studio Dainelli, costituiscono l’involucro perfetto che mette in risalto la leggerezza e la trasparenza del vetro curvato degli arredi FIAM. Quella tra Fiandre e FIAM è un’alleanza nata da valori comuni ai due brand come la ricerca progettuale, l’attenzione al design e la sapienza artigianale, che diventano il punto di convergenza ideale per un dialogo tra architettura e design. www.granitifiandre.it FUORISALONE 2017 FIANDRE ARCHITECTURAL SURFACES PARTNER DI FIAM ITALIA PER LA CELEBRAZIONE DEI 30 ANNI DI GHOST Press Office Fiandre Architectural Surfaces DigitalMind – Beatrice Zorzin – bzorzin@digital-mind.it – ph. +39 041 5951792 MAKING AN IMPACT Spazi sconfinati, fino a 4,5 m2 per lastra, per un’architettura essenziale e decisa: Aster Maximum è la nuova linea che si rifà all’urban style, proponendo superfici senza tempo ne’ limiti. Sono le immensità dell’universo a fungere da sorgente ispiratrice della collezione Aster Maximum, una nuova declinazione dei grandi formati Fiandre. Al di fuori dei limiti dei classici formati ceramici, al di là dei confini spaziali, Aster Maximum con le sue proposte cromatiche e di formati si pone come una nuova frontiera per le superfici in gres porcellanato. Arricchita da un design inedito ispirato dall’effetto spazzolato del cemento, Aster offre una gamma di sfumature digradanti dall’antracite del Moon fino al pallore diafano di Uranus. Due diverse tonalità di grigio, una più chiara, Venus evoca il pianeta più luminoso nel cielo notturno, ed una più scura, Mercury, suggerita dai crateri del pianeta roccioso, completa una gamma di colori studiata per dare maggiore enfasi alle superfici realizzate in gres porcellanato a tutta massa. Alle innegabili qualità tecniche ed estetiche del prodotto si va poi ad aggiungere un valore in più: lo spessore di 6 mm con cui queste lastre eccezionali si presentano al mondo dell’architettura.

Uno spessore ridotto che le rende “strumento” d’elezione per sperimentare nuove applicazioni di design nel rispetto dell’ambiente.