Alpha raggiunge un accordo per rilevare il controllo di Laminam,

Alpha raggiunge un accordo per rilevare il controllo di Laminam, leader
nel mercato globale delle lastre ceramiche di grande dimensione.

L’amministratore delegato Alberto Selmi reinvestirà i proventi ricavati dalla vendita incrementando
ulteriormente la sua partecipazione azionaria nell’azienda.
Milano, 23 Aprile 2019 – Alpha Private Equity Fund 7 ha raggiunto oggi un accordo
per l’acquisizione dalla famiglia Stefani e da Alberto Selmi del controllo di Laminam
SpA. L’operazione ha interessato le società partecipate e le seguenti società controllate:
Laminam SpA, Laminam Rus, Laminam USA Inc., Laminam China, Laminam
Service.

Il perfezionamento, che è soggetto alle usuali condizioni di legge per attività di questo
tipo, è previsto che avvenga prima della pausa estiva. Nell’ambito dell’operazione Alberto
Selmi, che continuerà a guidare Laminam insieme al management team, incrementerà
ulteriormente la sua partecipazione azionaria nel gruppo.
Laminam, fondata nel 2001 dall’Ing. Franco Stefani e con sede a Fiorano Modenese
(MO) riveste una posizione di leadership nel mercato globale delle lastre ceramiche di
grande dimensione con un’ampia offerta di formati e spessori. Le grandi lastre ceramiche
trovano applicazione nell’architettura, nei rivestimenti per interni e esterni, e nel
settore dell’arredamento e del design di alta gamma. L’esercizio 2018 si è chiuso con
un fatturato consolidato di circa 110 milioni di Euro, in crescita del 29 per cento rispetto
all’esercizio precedente, e un EBITDA di circa 26 milioni.

Alpha e Alberto Selmi intendono rafforzare ulteriormente la posizione di leadership
mondiale del gruppo per cogliere le opportunità di un mercato in forte espansione,
continuando ad investire per incrementare la presenza internazionale del gruppo, facendo
leva sull’expertise commerciale e di prodotto maturata da Laminam sin dalla
sua fondazione.
Come ben noto, Laminam è stata la prima azienda ad industrializzare il processo delle
lastre ceramiche di ampie dimensioni, grazie alla lungimiranza di Franco Stefani, che
ha avuto il merito di aver portato per primo la ceramica in segmenti applicativi non
convenzionali attraverso tecnologie all’avanguardia e uniche al mondo. Attraverso l’impiego
di queste metodologie produttive, l’azienda oggi ricopre un ruolo da protagonista.
Edoardo Lanzavecchia, managing partner di Alpha, ha dichiarato: “Siamo estremamente
soddisfatti dell’acquisizione di Laminam, leader indiscusso nella produzione
di grandi lastre ceramiche con un brand riconosciuto dagli architetti, arredatori e designer
di tutto il mondo. Alpha lavorerà al fianco di Alberto Selmi e tutta la squadra per
dare una ulteriore spinta allo sviluppo internazionale della società. Laminam continuerà
a far leva sul vantaggio tecnologico e sul contenuto innovativo delle sue lastre
ceramiche che Franco Stefani e Alberto Selmi, assieme ai loro collaboratori, hanno
creato”.

Alberto Selmi ha dichiarato: “Ringrazio l’Ing. Stefani per aver inventato una tecnologia
dirompente che insieme abbiamo trasformato in una nuova categoria di prodotto. L’obiettivo
del team di Laminam rimane quello di essere il brand leader mondiale nella
produzione di grandi superfici ceramiche, cogliendo tutte le opportunità che questo
nuovo mercato offre. Concludo ringraziando Edoardo Lanzavecchia, Valentina Pippolo
e tutto il team di Alpha per la fiducia accordata e tutti i collaboratori di Laminam che
lavorano con impegno e dedizione a questa fantastica avventura imprenditoriale”.
Franco Stefani ha dichiarato: “Questa operazione conferma la mia volontà di dare
continuità d’impresa. Il mio impegno primario, come più volte dichiarato, è quello di
garantire negli anni a venire l’eccellenza manifatturiera sul territorio in un’ottica di rafforzamento
di leadership sul mercato mondiale e di incremento in termini di posti di
lavoro. Dopo un’attenta analisi, Alpha ha dimostrato di essere il giusto acquirente per
la sua esperienza a livello internazionale.

Laminam continuerà il suo percorso come
azienda protagonista nell’innovazione di prodotto delle grandi superfici ceramiche”.
Alpha è stata assistita nell’operazione da Pedersoli Studio Legale, Banca Akros, Deloitte,
Boston Consulting Group, Fineurop, Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners, ERM
e da Essentia Advisory, in qualità di advisor sul debito. La famiglia Stefani è stata
assistita dall’avv. Enrico Bemporad, dallo Studio Pincelli e Associati, da PwC e Alberto
Selmi dall’avv. Massimo Penco dello Studio Legale Penco. La famiglia Stefani e Alberto
Selmi sono inoltre stati assistiti da Mediobanca in qualità di advisor. Banco BPM
ha sottoscritto interamente il finanziamento dell’operazione in qualità di Mandated
Lead Arranger.

Alpha è un gruppo di private equity con 2 miliardi di euro in gestione, specializzato in
operazioni di mid-cap in Europa continentale. Alpha accompagna imprenditori e manager
nei loro progetti di crescita, principalmente come azionista di maggioranza. In
Italia, Alpha ha in portafoglio Caffitaly (produce sistemi macchina/capsula per il caffè
espresso),Remazel Engineering (progetta e realizza equipaggiamenti speciali per il
settore oil&gas), Optima (multiutility con offerta integrata di energia e telecomunicazioni)
e il Gruppo Savio (Ieader mondiale nel settore delle macchine per la roccatura
e il controllo della qualità dei filati).

Per ulteriori informazioni:
iCorporate
Sergio Pisano: +39 02 4678752; +39 348 3113187