Dal  CERAMIC BANG al DECORATION UNIVERSE  5 decadi di storia della ceramica

Tecnargilla 2016
 
Anni ’70 CERAMIC BANG

Nasce Tecnargilla ed esplodono le potenzialità nel mondo della tecnologia ceramica. L’universo ceramico inizia a correre a velocità elevatissima nella massima integrazione tra ricerca tecnologica e ricerca estetica. Radicale rinnovamento tecnologico: nasce lamonocottura che diventa il processo produttivo più diffuso al mondo. Tecnargilla diventa la vetrina privilegiata dove presentare i prodotti del futuro, le tendenze e le estetiche legate all’arredo e all’architettura.

Anni ’80 DYNAMIC TECHNOLOGY

La tecnologia ceramica si concentra sulla ricerca e sviluppo e studia i nuovi bisogni dell’abitare. Nascono reparti sperimentali per il collaudo di prototipi e cominciano a farsi spazio concetti innovativi volti a trasformare i processi in una logica più flessibile e attenta all’estetica del prodotto. Fanno la loro comparsa le prime automazioni: magazzini verticali e pallettizzatori automatici.

Foto edizione 2014

Anni ’90 COLOR ENERGY

Sono gli anni del gres porcellanato tecnico o a tutta massa, la più importante innovazione tecnologica e di prodotto, destinata a rivoluzionare l’estetica e il design della piastrella. Si comincia a parlare di risparmio energetico alla pressa e idrico con lacolorazione a secco delle polveri. Si diffonde l’utilizzo di nanotecnologie per il trattamento e impermeabilizzazione delle superfici e i sistemi per piastrelle antimacchia, antibatteriche e autopulenti. Nasce il primo sistema per la stampa a rulli delle piastrelle.

Anni 2000 MATERIC EXPANSION

I concetti di cogenerazione e microcogenerazione fanno la loro apparizione, insieme alle prime lastre in gres porcellanato di grande formato e a basso spessore. I forni e le presse diventano sempre più capienti. Primo prototipo per la stampa inkjet: primi passi verso la decorazione digitale che apre la strada a tecnologie sempre più raffinate. La filiera si allarga con nuovi operatori.

Foto edizione 2014

Anni 2010 DECORATION UNIVERSE

La decorazione digitale conquista il mercato ceramico mondiale. Gli studi legati alla “matericità” e alla personalizzazione del prodotto hanno come risultato la digitalizzazione dell’intera linea di smaltatura.

Risparmio energetico ed efficienza impiantistica diventano prioritari per contenere i consumi, produrre di più e tutelare l’ambiente. Nel 2016 la tecnologia comincia a parlare la lingua dell’Industria 4.0. L’automazione è spinta ai massimi livelli, software dedicati, stampa 3D: si va verso la Smart Factory.

IL MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA DI FAENZA
IL MIC A TECNARGILLA 2016

Con una serie di opere selezionate dalla collezione del Premio Faenza nella mostra Ceramic Bang, inserita all’interno del macro contenitore “Ceramic Workshop” posto all’ingresso di Tecnargilla e curato dallo studio di architettura Azzolin Tinuper. Le opere del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza raccontano la storia della ceramica d’arte degli ultimi 30 anni e sono affiancate dai lavori dell’artista Francesco Pacelli realizzate partendo dagli utilizzi innovativi di Ceramic 3D Printer e l’installazione di Nicola Boccini “Re-evolution 16.9”, composta da 15 pannelli in porcellana: una sperimentazione multimediale ed interattiva gestita da una APP artistica.

VI ASPETTIAMO A RIMINI FIERA DAL 26 al 30 SETTEMBRE 2016.